Raro busto del xv secolo scoperto in Inghilterra


0
Categories : Notizia

Una scultura scolpita del 15 ° secolo esposta in cima a un armadio ad Anglesey Abbey, nell’Inghilterra centrale, è stata scoperta come un busto reliquiario unico, precedentemente pensato per essere stato perso nel mondo dell’arte.

Il busto della martire Sant’Agnese è stato identificato come essere da Niclaus Gerhaert von Leyden o la sua bottega, probabilmente il più importante scultore del 15 ° secolo nel nord Europa. Ma si ritiene che solo 20 delle sue opere siano sopravvissute e la scultura appena scoperta è l’unica opera di Gerhaert in una collezione pubblica del Regno Unito.

La scoperta è stata fatta come parte di un progetto quadriennale di catalogazione delle sculture del National Trust per registrare e ricercare tutte le 6.000 sculture e statue della sua collezione. È la prima volta che il Trust ha avuto la risorsa di studiare tutte le sue sculture in questo modo.

Noto per le sue sculture insolitamente vivaci e naturalistiche, il busto a grandezza naturale di Sant’Agnese di Gerhaert è scolpito in noce e fu realizzato intorno al 1465. Originariamente sarebbe stato dipinto ed esposto in una chiesa, probabilmente come parte di una pala d’altare.

Il busto mostra Sant’Agnese che tiene un agnello ed era un reliquiario che un tempo avrebbe contenuto un pezzo di osso o un’altra reliquia del santo. La reliquia è stata a lungo persa e la cavità in cui avrebbe riposato è stata, ad un certo punto, sigillata.

La Santa Agnese faceva parte di una serie di quattro sculture con Santa Barbara, Santa Caterina d’Alessandria e Santa Margherita d’Antiochia, commissionate per la chiesa abbaziale benedettina dei Santi Pietro e Paolo a Wissembourg, Alsazia, Francia nord-orientale. Sono sopravvissuti nella chiesa fino alla fine del 19 ° secolo, con calchi in gesso di tutti e quattro i busti realizzati intorno al 1870 che sono ora al Musée de l’Oeuvre Notre-Dame, Strasburgo. Tre dei busti furono poi venduti a Parigi e successivamente finirono nei musei.

Nulla è attualmente noto circa la sorte di St Agnes da allora fino a quando è entrato nella collezione di Anglesey Abbey quando è stato acquistato a volte tra il 1932 e il 1940 dal proprietario della casa Lord Fairhaven, un appassionato collezionista di sculture e statue. Tuttavia, il busto è stato erroneamente descritto nel suo inventario del 1940 come’ La Vergine e l’agnello ‘ ed è stato esposto in cima a un armadio nella camera da letto di Windsor per molti anni.

La scoperta della sua vera identità è stata fatta dal dr Jeremy Warren, Curatore della ricerca sulla scultura del National Trust. Egli ha commentato, ” Era chiaro per me che la scultura era di qualità superba, con abbastanza indizi per portarci a guardare il lavoro di scultori che stavano lavorando nel tardo 15 ° secolo. La mia ricerca mi ha portato al calco in gesso superstite di questo busto, che ha legato tutte le estremità libere ordinatamente. Ci sono voluti più di 80 anni perché Sant’Agnese fosse restituita la sua identità.”

Il progetto di catalogazione delle sculture sta visitando 200 luoghi del National Trust guardando le sculture e le statue per registrarle in modo più accurato e svolgendo ricerche più dettagliate. Il team sta lavorando in collaborazione con Art UK che sta anche producendo un catalogo online di tutte le sculture della nazione.

Alice Rylance-Watson, Catalogatore collezioni del National Trust ha detto,
“Questa scoperta dimostra l’enorme importanza e il valore della catalogazione. Il progetto ha comportato la visita di proprietà e l’esame di ogni scultura di persona per produrre descrizioni dettagliate e accurate, seguite da ricerche negli archivi in tutto il paese per determinare chi ha fatto i pezzi e come sono entrati nelle collezioni del Trust. Stiamo rendendo queste informazioni pubblicamente accessibili a tutti attraverso il nostro sito web Collezioni e con Art UK.”

Jeremy Warren ha aggiunto: “Sospettiamo che ci siano molte scoperte, grandi e piccole, da fare nelle collezioni di sculture del Trust, ed è uno scopo di questo progetto di ammiccare il maggior numero possibile che migliorerà l’apprezzamento di questa parte piuttosto sconosciuta delle nostre proprietà. Che tu sia uno studioso o appassionato di scultura o semplicemente godere guardando grande artigianato e oggetti del passato, c’è molto da godere sia a Anglesey Abbey e altrove nella collezione di sculture del Trust.”

Dopo l’identificazione di Sant’Agnese, il busto viene ora ri-visualizzato nella sala da pranzo presso l’Abbazia di Anglesey. Per saperne di più su questo sito del patrimonio, si prega di visitare il sito web National Trust.

Top Immagine: Assistente di conservazione Annie Tomkins si trova faccia a faccia con il busto reliquiario di Sant’Agnese, recentemente scoperto per essere dal maestro scultore Niclaus Gerhaert von Leyden. Foto di National Trust / Rah Petherbridge

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *