Le case di cura possono ora sollevare la maggior parte delle restrizioni COVID sulle visite

Il governo di venerdì ha diretto le case di cura ad aprire le loro porte ai visitatori, facilitando molte restrizioni pandemiche rimanenti mentre esortava i residenti, le famiglie e il personale della struttura a mantenere la guardia contro le epidemie.

La nuova guida dai Centri per Medicare e Medicaid Services istruisce case di cura per consentire visite in ogni momento per tutti i residenti. Le strutture non saranno più in grado di limitare la frequenza e la durata delle visite, o richiedono una pianificazione anticipata. Anche se grandi gruppi di visitatori sono scoraggiati, case di cura non sarà permesso di limitare il numero di persone care e amici che possono pagare una chiamata sui residenti.

Molti stati e comunità sono ancora alle prese con picchi di COVID-19 guidati dall’aggressiva variante delta, ma i dati governativi più recenti mostrano che i casi tra residenti e personale hanno continuato a diminuire dopo essere aumentati all’inizio dell’estate e in autunno.

A livello nazionale, i tassi di vaccinazione media 86% per i residenti casa di cura e 74% per il personale, anche se che può variare notevolmente da stato a stato e struttura a struttura. Molte case di cura si stanno affrettando a fornire colpi di richiamo per i loro residenti. I membri dello staff sono stati recentemente richiesti dal governo per essere vaccinati.

Questo “ci porta il più vicino alla visita pre-pandemica che siamo mai stati dall’inizio della pandemia”, ha detto Jodi Eyigor, direttore della qualità e della politica della casa di cura per LeadingAge, un gruppo industriale che rappresenta strutture senza scopo di lucro.

” Ma ciò non significa che la pandemia sia finita e che il COVID non stia circolando”, ha aggiunto Eyigor. “Le case di cura, i residenti e i loro cari dovranno lavorare insieme per assicurarsi che le visite si verifichino e che si verifichino in modo sicuro.”

La guida federale traccia una linea sulle visite da parte di persone che sono risultate positive al COVID o soddisfano i criteri per la quarantena. Le case di cura non dovrebbero consentire ai visitatori COVID-positivi di entrare.

Ma i residenti possono ancora ricevere visite se la loro struttura è nel bel mezzo di un’indagine sullo scoppio o se essi stessi sono sotto precauzioni speciali per prevenire la trasmissione di COVID. In questi casi, residenti e visitatori devono indossare maschere e indumenti protettivi.

Non era chiaro venerdì come la nuova guida federale avrebbe funzionato con i requisiti locali e statali che potrebbero essere più restrittivi.

Le persone in strutture di assistenza a lungo termine hanno sopportato un tributo crudele dalla pandemia. Essi rappresentano circa l ‘ 1% della popolazione degli Stati Uniti, ma hanno rappresentato circa in 3 in 10 morti. Le devastazioni di COVID sono state aggravate dall’isolamento forzato. Case di cura è andato in blocco nel marzo dello scorso anno e residenti sono stati in grado di vedere i loro cari di persona fino all ” inizio di questa primavera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *