Il tuo cuore batte, non hai respiro … cosa aiuta con gli attacchi di panico?


0
Categories : Lifestyle

L’attacco di panico si riferisce ai disturbi d’ansia. Il motivo principale per cui l’attacco di panico nelle classificazioni psicopatologiche moderne viene preso in considerazione nel disturbo d’ansia è perché è chiaramente una persona inspiegabile che lo sperimenta.

Un attacco di panico è una grave ansia improvvisa caratterizzata da una combinazione di sintomi fisici e psicologici. Sono causati da un improvviso aumento dell’ormone epinefrina quando una persona sente qualcosa compromesso. A causa dell’adrenalina, il battito cardiaco aumenta in preda al panico, una persona non può raggiungere la respirazione, la vista peggiora, i palmi sudano, il corpo trema, c’è nausea e vertigini e un afflusso di sangue al viso. Le persone spesso pensano che sverranno, sperimenteranno un attacco di cuore, “impazziranno” o moriranno.

I sintomi si attenuano dopo pochi minuti, ma gli attacchi possono ripresentarsi più volte a breve termine, quindi la persona interessata sembra avere a che fare con un attacco lungo. In alcune persone, gli attacchi di panico sono comuni, in altri si verificano solo una o due volte nella vita. Ha pazienti che tendono a trasformarsi in una condizione cronica. In tali persone, ogni battito cardiaco accelerato può causare una serie di sintomi di teiscoba, seguiti da un attacco di panico. Si abituano rapidamente a temere il prossimo attacco, quindi si ritirano in se stessi e si isolano dalle attività quotidiane.

Una persona che soffre solo di attacchi di panico è psicologicamente completamente equilibrata (clinicamente parlando), ma molto spesso soffre di una paura indescrivibile e soggettiva che impazzirà, farà un affondo, inizierà a urlare o piangere. succede che una persona piange, chiaramente in preda al panico o chiede a qualcuno di aiutarLa, scrive stetoskop.info Ehi.

Le persone che hanno un attacco di panico devono imparare ad aiutare se stesse, cioè imparare a controllare l’attacco. Poiché gli attacchi di panico sono nella testa, è importante non permettere alla paura di abbracciare enormi dimensioni, quindi la paura e la sensazione di pericolo imminente devono sapere ‘svalutare’, cioè la paura e la sensazione di pericolo imminente. ridurre all’inizio. È anche necessario sapere che i sintomi fisici non sono pericolosi, cioè, indipendentemente dal sentimento soggettivo, che non portano ad infarto, follia o qualcosa del genere.

Il trattamento è piuttosto complicato. Per prima cosa è necessario un trattamento organico. Questo è importante per escludere qualche malattia organica e rassicurare il paziente, per il paziente capito che non si tratta di fisico, e sulla malattia mentale. Nel trattamento psichiatrico, i farmaci (antidepressivi e ansiolitici) sono più spesso prescritti insieme alla terapia cognitivo-comportamentale. Durante il trattamento, è molto importante il desiderio del paziente di vivere una vita normale senza distrazioni, disciplina e pazienza.

Un attacco di panico può essere un’esperienza estremamente frustrante, soprattutto se non si è sicuri di quali metodi possono essere mitigati.

I sintomi fisici e mentali intensi, che appaiono molto rapidamente e senza una causa ovvia, sono caratterizzati da un attacco di panico. Alcuni dei sintomi includono palpitazioni, svenimento, sudorazione e nausea. Gli studi hanno dimostrato che il 13,2% delle persone ha subito un attacco di panico ad un certo punto della loro vita e di solito dura da cinque a 20 minuti. Metodi di offuscamento, trasmette klix.ba. il seguente:

Inspirare l’addome inferiore

La cosa più importante quando si tratta di un attacco di panico è prendere il controllo del proprio respiro. Respirare lo stomaco inferiore o il diaframma. La respirazione polmonare aggrava un attacco di panico, quindi metti una mano sul petto e l’altra sullo stomaco e prova a respirare.

Se continui a fallire, fai affidamento sul respiro “classico” attraverso il naso. Inspirare per tre secondi ed espirare per quattro o cinque secondi. È importante respirare più a lungo di quanto si prenda aria.

Usa un sacchetto di carta per controllare la respirazione

Con iperventilazione, cioè con la respirazione eccessiva, aumenta il livello di concentrazione di ossigeno nel sangue e la concentrazione di carbendiossido diminuisce. Respirare con un sacchetto di carta aiuta a fermare questo problema e l’attacco di panico si fermerà presto.

Tenere il ghiaccio in mano

Usare altri sensi può aiutarti a “uscire” da un attacco di panico. Il tuo corpo potrebbe “dimenticare” quello che sta passando ora. Metti il ghiaccio in un panno da cucina e tienilo in mano. Puoi farlo fino a quando non senti un leggero dolore, quindi passa all’altra mano.

Mordere il limone

Il limone (o alcuni altri cibi acidi o arrabbiati) è un modo per attivare i sentimenti che possono aiutarti a fermare un attacco di panico.

Tocca un oggetto che ha una trama insolita

Nella borsa, porta un oggetto ruvido o particolarmente morbido per includere il tocco. Anche un foglio screpolato o palline anti-stress possono essere utili.

Visualizza la situazione

Questo metodo implica che ti presenti in una situazione in cui stai vivendo un attacco di panico. Conosciuto anche come “visualizzazione negativa”. Avete idea di cosa fare cercare di indurre in errore. Questo tipo di pensiero si rifletterà nello stato reale che stai attraversando. Che fare?

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *